07
Nov
10

a moment of clarity

Mi preme ardentemente far chiarezza su aspetti forse non chiari al globo.
La politica non è una partita di calcio, non è io nerazzurro tu rossonero di merda: la politica è una nobile disciplina che si esercita da molti molti secoli, e forse ha raggiunto la sua massima espressione nel 461 avanti Cristo.
Detto questo dovrei fermarmi, ma proseguo, perché ci tengo ad indicare coloro che, secondo me, sono i colpevoli di quel disagio che io vivo oggi e che quelli dell’altra parte bollano come un “non sapete perdere”…”democraticamente eletto”…”eccetera”. Aria fritta.

L’Italia è nata con una Costituzione, derivante dallo Satuto Albertino, che era una delle più moderne tra le nazioni europee nel dopoguerra.
Qualcuno negli anni ’70 ha deciso di tramare contro lo Stato italiano per interessi di “una elite”, e che piaccia o no è un reato gravissimo, credo che anche e soprattutto una persona di destra sia in grado di comprendere la gravità del concetto di “complotto contro la Repubblica Italiana”. Logge massoniche et similia non sono ammesse in uno Stato di diritto, vanno perseguite, eliminate e combattute, punto.
Ora, forse molti di voi hanno la memorietta corta ma io sono abbastanza anziano per ricordare, e se faccio fatica a ricordare uso Wikipedia: la P2.

Il parlamento, DEMOCRATICAMENTE ELETTO, creò una commissione che…

  • giudicò la lista attendibile ma presumibilmente incompleta;
  • giudicò la Loggia «responsabile in termini non giudiziari ma storico-politici, quale essenziale retroterra economico, organizzativo e morale» della Strage dell’Italicus;
  • giudicò la Loggia «un complotto permanente che si plasma in funzione dell’evoluzione della situazione politica ufficiale»;
  • sottolineò l’«uso privato della funzione pubblica da parte di alcuni apparati dello stato» legati alla Loggia;
  • sottolineò la divisione funzionale della Loggia e quindi che, benché tutti gli affiliati fossero consapevoli del fine surrettizio della Loggia, fosse necessario individuare il settore di appartenenza dei singoli affiliati per risalire alle responsabilità personali;
  • sottolineò che la presenza di alcuni imprenditori si poteva spiegare con i benefici economici che il legame con alti dirigenti di imprese pubbliche e banche poteva potenzialmente portare loro, per esempio sotto forma di credito concesso in misura superiore a quanto consentito dalle caratteristiche dell’impresa da finanziare;
  • sottolineò come ci fossero «poche ma inequivocabili prove documentali» che provavano l’esistenza della Loggia di Montecarlo (ora Massonic Executive Committee) e della più elitaria P1, considerandole entrambe creazioni di Licio Gelli.
  • Silvio Berlusconi: tessera P2 n. 1816

    Io voglio sapere chi, dopo quanto espresso dal parlamento, democraticamente eletto come dicevamo, ha permesso a membri di quella cosa lì di fare ancora parte della vita politica e sociale di questo Paese. Uno si chiama Craxi e lo sappiamo, e sappiamo, basta essere informati un pelino, tra Pillitteri, cognati e immobiliaristi rampanti ai quali si concedevano frequenze televisive a cazzo, come è andata. Ma la mia domanda è rivolta a chi è venuto dopo Enrico Berlinguer: voi lo sapete che è tutta colpa vostra, ve ne rendete conto? Come avete permesso che la politica italiana si riducesse a “il nano va a troie ma voi vi aggrappate a questo perché non sapete perdere”, e il più grande oppositore di Berlusconi diventa tale Gianfranco Fini, ex fascista (non serve che dica che la Repubblica Italiana ripudia il fascismo, credo)?

    Peggio dell’Inter…

    Mr. Inciucio disse: « Essere stato piduista vuol dire aver partecipato a un’organizzazione, a una setta segreta che tramava contro lo Stato, e questo è stato sancito dal Parlamento. Opinione che io condivido».
    Com’è che hai cambiato idea, baffino, dovevi pagarti la barca? Ora grazie anche a te ci tocca sentire che non sappiamo perdere, quando la verità è che non abbiamo saputo vincere…talmente poco che ci siamo perfino privati della parola “comunista” vivendola come una macchia, facendo rivoltare Antonio Gramsci nella tomba svariate volte e permettendo a quel corrotto, corruttore, puttaniere, ladro, falso (in bilancio e non), populista, ignorante, misero essere umano privo di qualsiasi SENSO DELLO STATO (robe che Alcide De Gasperi vomiterebbe solo a guardarlo) che è il nostro Presidente del Consiglio di usarlo come un termine negativo per bollare avversari, magistrati, e qualsiasi cosa gli si metta contro (pare abbia dato del comunista anche ad un semaforo rosso un giorno che aveva fretta).

    Mi manca Berlinguer, tanto.

    Evaristo

    Annunci
    21
    Ott
    10

    in miniera

    L’autore di questo servizio, la redazione, il direttore del TG5 e il proprietario di Mediaset.
    Ma non andate a salvarli, vi prego, questo è veramente troppo…

    http://www.youtube.com/watch?v=cecdSkML-xQ&feature=player_embedded

    Evaristo

    13
    Ott
    10

    serbi impazziti

    In occasione della partita di ieri sera tra Italia e Serbia ci sono stati scontri, episodi di violenza e disordini.
    Stupisce che a sobillare la folla fosse un noto comico genovese.

    Robe da matti…

    Evaristo

    12
    Ott
    10

    se questo…

    …è il mondo in cui viviamo, allora è tempo che, come da tempo Ares va sostenendo, un meteorite cancelli questo pianeta.

    Conto almeno 12 persone che passano senza intervenire, non vedo chiamare un’ambulanza da nessuno.

    Che schifo.

    Evaristo

    09
    Ott
    10

    animali da cortile e tiziano ferro

    Allora, in queste settimane di mia assenza dal blog son successe un po’ di cose.

    Hanno tentato di uccidere Belpietro. Ahahah, bello scherzo, complimenti: di tutta la merda che popola questo universo davvero c’è chi crede che qualcuno abbia tempo da perdere per far fuori Belpietro? Ok credere a tutto, ma questa è veramente grossa.

    Sarah Scazzi è stata uccisa da suo zio, che la molestava, e che poi mentre andava a nascondere il cadavere gli è venuto il cazzo duro è s’è scopato il cadavere. Ora, c’è chi invoca la pena di morte per quel poveraccio (dico poveraccio per motivi che poi capirete), personalmente sono contrario alla pena di morte per gli esseri umani, però in questo caso non stiamo parlando di esseri umani: uno che non tiene a freno istinti di quel tipo nemmeno dopo che la nipotina è morta non è un essere umano, è un semplice animale da cortile, un po’ come i cani sempre in tiro quando c’è qualche femmina in calore nei paraggi. E come tale va trattato: non si parla di giustiziarlo, bensì di abbatterlo, ed è un concetto decisamente diverso.

    Tiziano Ferro ha fatto outing. Bravo, era anche ora. Si tratta dell’unico caso in cui l’unico che si stupisce che l’artista sia gay è proprio l’artista stesso. Tutta questa faccenda ci fa scoprire in realtà una cosa molto triste: il nostro Belpaese è talmente omofobo che il busone si fa schifo da solo, si deprime e reprime la sua vera natura, terrificante.
    Spero tuttavia che dopo l’outing Tiziano non si trasformi in un vecchio pervertito che ne combina una dietro l’altra come George Michael.

    Il Premier bestemmia, chissà cosa ne pensa Mosconi…

    Evaristo

    PS: Ippocrate ha aperto il suo blog, un palese caso di tradimento di amicizia, sto decidendo quale metodo ritorsivo applicare, ma finché egli è ancora vivo buttateci un occhio, prima che accidentalmente venga investito da una Punto color oro ammuffito, o che casualmente il suo appartamento esploda, o che per colpa della malasorte non incappi in una mina inesplosa nel centro di Dublino.

    03
    Ott
    10

    ci risiamo

    Domenico Di Carlo “strilla” Cassano, io scendo il cane e lo piscio.
    Gente che scrive sui giornali, magari anche laureata, che poi rilascia perle di linguistica come quella sopra, sono deluso dal fatto che stavolta si tratti di Repubblica, la quale finora non mi aveva dato grossi motivi di indignazione.
    Trattasi ad ogni modo, parlo degli autori di cotanta nefandezza, di quella gente che dovrebbe tenere vivo l’unico patrimonio che davvero unisce la nostra nazione: la lingua, appunto. Ma evidentemente sono un romantico sognatore e non è esattamente così che stanno le cose.
    Evidentemente tutto il Paese è in rovina…

    Evaristo

    20
    Set
    10

    le terre rare

    Le “terre rare” sono dei minerali così chiamati verso la fine del XVIII secolo, quando alcuni di essi furono estratti da una miniera svedese. A oggi se ne conoscono 24 (scandio, ittrio, lantanio, cerio, praseodimio, neodimio, promezio, samario, europio, gadolinio, terbio, disprosio, olmio, erbio, tallio, itterbio, lutezio, anco marzio, servio tullio, tarquinio prisco, tullo ostillio, tarquinio il superbo, romolo, e dulcis in fundo, numa pompinio).




    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: